Palazzo Douglas al Chiatamone Napoli

E’ il palazzo Douglas a Via del Chiatamone a Napoli1, nell’area circoscritta del moderno quartiere della Vittoria.

Si tratterebbe dell’edificio Mele, ubicato al numero 5bis, non molto distante dal fronte conclusivo della galleria della Vittoria e dal fabbricato che ne occupa il confine contro il quale, di fatto, si interrompe una delle arcate del portico interno, sul quale, un cortile determina il contatto fisico con le fondazioni del Genio Militare insediato negli edifici della Nunziatella.


Rilevato nella più recente perizia topografica scritta dall’allora ingegner Alfonso Guerra, fu Camillo, l’edificio si presenta privo di decorazioni, tipologicamente di essenza elementare, ed anche assai probabile sia nato l’immobile da un uso diversificato di una grotta cavata nella pancia di Pizzofalcone2.

  • Il palazzo è assente sulla Carta Marchese del 1804, registrato però come già fondato e quindi presente nel catasto francese al numero 4 di via del Chiatamone, rappresentato come una costruzione alta non più di due piani, intestato al Real Fondo della Separazione3, sparirà un’altra volta nel catasto del Real Officio Topografico del 1830, laddove, la stessa topografia non presenterà altro che giardini. Riapparirà ancora nelle topografie antiche osservando bene una perizia del 1843 messa agli atti di un poderoso volume in cui è allegata anche la pianta del Giardino dei Douglas, segnalato però al numero 5 e non 4, con tanto di sperone di roccia del Monte Echia e di una ringhiera in ferro proprietà della marchesa d’Assigliano4.


Spazio note

(1) [7]: *Pizzofalcone e Le Mortelle / Italo Ferraro. - Napoli : Oikos, 2010. - p. 606 : ill. ; 31 cm. ((In calce al frontespizio : Fondazione Premio Napoli ; MN Metropolitana SpA Codice SBN NAP0544539 ISBN 9788890147883 BNN sez nap VII A 1638/6 pag 56 (2) A.S.N., Pianta delle grotte esistenti nel Monte Echia tra le vie Chiatamone, Santa Lucia, Pallonetto. Allegato agli atti di perizia in una causa contro il Genio Militare di Napoli a debito deliberazione del 30 dicembre del 1896. Perizie della Corte d’Appello di Napoli, volume 141, inc. 14, a. 1902. Perito Ingegner Alfonso Guerra
(3) A. S. N., Catasto provvisorio, I vers., Quartier San Ferdinando Stato di Sezione, 1815-’20, vol. 245, Isola 40 denominata Santa Maria degli Angeli , art. 736
(4) A.S.N., Perizie del tribunale civile di Napoli, vol. 54 inc. 14698, tav. I, a 1843; periti: Andrea Cortesi, Salvatore La Pegna, Ludovico Villani