Via Case Riccardi a Ponticelli di Napoli

Vico casa Ricciardi nel quartiere di Ponticelli a Napoli1, è un vicolo cieco, lungo 100 metri, disegnato sulla mappa dell’A.T.C.N., del 1932 ed ancora visibile anche da certe indicazioni scritte su due tabelle viarie in legno, che la indicano sommariamente come Strada Casa Ricciardi e non Riccardi.

Si tratta di una traversa dell’antica Strada della Chiesa, oggi il Corso Ferrovia, famosa per la presenza sul posto di una cappella votiva sacra all’Immacolata Concezione, in stato di abbandono, l’ultima volta è stato segnalato il suo utilizzo come deposito.

Dell’impianto sacro originario profanato, resta solo la bella facciata ed un’iscrizione recante la data forse del uso ultimo restauro, A.D. 1892. Il vicoletto è detto di Casa Ricciardi dal cognome di una nobile famiglia accasata nel vicolo anche se è perdurante sapere chi in realtà fosse stata, tra le tante, tantissime famiglie che a Ponticelli fin dal 1742 rispondevano a questo nome.

Nei registri parrocchiali della chiesa di Santa Maria della Neve, infatti, nel libro dei defunti, il giorno 9 dicembre del 1721, corrisponde ad una simpaticissima nota del parroco che appunto si chiamava, don Matteo Riccardo, burlone, a ottantanni segna sul registro di aver dato seguito all’estrazione dell’ultimo molare, felice, sembra di segnalare, comunque ancora in vita2

Tuttavia, il nome della stradina Vico Casa Ricciardi lo studioso professor Verolino lo indica segnalato la prima volta nel 1746 con la dicitura vicolo delle Case Riccardi3.

  • Via a via procedendo tra i documenti, si scoprono diverse annotazioni dell’area; un posto detto Casa Riccardo Strada della Chiesa, lo si legge nel libro dei defunti presso l’Archivio Storico del Municipio di Napoli relativo all’ottavo volume del 1808, mentre la dicitura Cortile Viscovo Casa Riccardo è di un anno più tardi dell’analoghe fonti, ed ancora del 1811, lo stesso posto sarà detto Cortina Fuortes vico Casa Riccardo4. Sempre sulla medesima strada, in una striscia topografica datata 1942, al numero civico 92, è annotata la presenza sul posto di una cappella votiva dedicata alla ”Santissima Trinità”, indicata sull’anzidetta carta topografica fino al 1914 come Cappella Riccardi e in epoche successive come Cappella Viscovo.


Spazio note

(1) Liberamente estratto da: Le *strade di Ponticelli / Luigi Verolino. - [2. ed.]. - [Napoli] : Il quartiere, c1999 (stampa 2000). - 271 p. : ill. ; 21 cm + 1 c. Codice SBN NAP0264171 BNN SEZ. NAP. VII B 1654pagg 88/90
(2) G. Mancini, Salve Regina, numero 8 1988
(3) A.N.M.P., 6° volume dei defunti, 17 maggio del 1746
(4) A.C.N.P., registro atti di morte, 2 marzo del 1811