Via Nardones a Napoli

Via Nardones è una delle strade antiche di Napoli con ingresso nell'angolo spuntato muto a piazza Trieste e Trento a lato dell'omonimo palazzo e l'immobile del duca D'alessandro1.

Pur trovandosi comunque nell'isolato collaterale che apre e chiude su Via Chiaia, corre in altezza parallelo a Via Carlo De Cesare a raggiungere lo storico incrocio alto di Sant'Anna di Palazzo col Vico Tiratoio tirato dritto per traverso.

Fa parte della teoria dei decumani che dei Quartieri Spagnoli a Napoli ne tracciano lo scacchiere delle origini disegnando per esso linee di confine su isolati di forma geometrica quadrangolare ad angoli pressocchè retti, fornendo motivo unico che spiega le case a cortile sporgenti su Via Chiaia, tutte aggregate a schiera e fondate su quote diverse, un tempo terrazzamenti di proprietà della Certosa per la piantagione presumibilmente agrumi esposti a maturare al sole della baia.

Infine questa strada, a partire dal salto di Sant'Anna di Palazzo prosegue in retta inclinata verso la Vigna per raggiungere l'innesto con i Gradoni di Chiaia sui quali effettivamente muore.

Alla stessa maniera di quanto già accade anche su Via Chiaia, il fronte di facciata di via Nardones presenta una sequenza di androni con portali in piperno e case che hanno per caratteristica la destinazione d'uso commerciale adattata nel corpo doppio dell'immobile ed il centro occupato da un cortile dove spesso è curato parte di un giardino.

Riceve su di sé lo sbocco di Salita Sant'Anna di Palazzo che prosegue con discesa su Via Chiaia e lo sbocco del Vico Nardones che su di esso limita solo l'uscita; entrambe le anzidette strade favoriscono anche il collegamento della stessa Via Nardones con Via Carlo De Cesare. Il contesto pubblico di questo settore urbano è arricchito da soluzioni architettoniche su strada con forte accenno all'arco a tutto sesto e pochi esempi di volta a semicerchio, androni impreziositi da finte paraste, bugne di piperno, moltissimi i portoni ancora in legno contro i pochi che si presentano con la rosta in ottone forgiato, ed un singolare largo alla fine della giacitura poco prima dei Gradoni di Chiaia. È evidente l'arresto anomalo del vicoletto Nardones contro una parete che si erge sul fondo di un breve tratto di numerazione estratta dalla via principale. Sul fondo del vicoletto, a ridosso della parete sorge un'edicola votiva dedicata all'immagine del Volto Santo.

 

Spazio note

 (1) Testo a stampa (moderno) Monografia Descrizione [3]: Quartieri spagnoli e Rione Carita / Italo Ferraro Napoli : Oikos, c2004 LVI, 464 p. : ill. ; 31 cm. Codice SBN VEA0189392 ISBN 8890147814 Autore Ferraro, Italo Soggettario Firenze NAPOLI - Quartieri spagnoli - Urbanistica Luogo pubblicazione Napoli Editori Oikos Anno pubblicazione 2004 Fa parte di Napoli : atlante della città storica , 3 BNN SEZ.NAP. 7. A 1638 (
Vedasi anche. Testo a stampa (moderno) Monografia Descrizione Architettura, scuola, città : scritti 1973-1983 / Italo Ferraro Napoli : Clean, ©1984 (stampa 1985) 216 p. : ill. ; 21x22 cm. Codice SBN CFI0243290 Autore Ferraro, Italo Soggettario Firenze Architettura - Napoli - Sec. 20. Luogo pubblicazione Napoli Editori Clean Anno pubblicazione 1984 BNN distribuzione A 9878